Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

BORN TODAY: DE ANDRE’

Fabrizio de andré

Fabrizio De André, portrait by Origa, retino + pantone + makeup pencil,  2009.

 

HAPPY BIRTHDAY TO FABRIZIO DE ANDRE'.

BORN TODAY: FABRIZIO CRISTIANO DE ANDRE'.

18 FEBRUARY (1940). BORN IN GENOVA QUARTIERE PEGLI (ITALY).

CANTAUTORE, POETA, TRATTASI DI GENIO, NOTO FABER. ANARCHICO, PACIFISTA.

AUTORE DEI TESTI IL LINGUA LIGURE, SARDO GALLURESE, NAPOLETANA. NEL 1961 LA KARIM PUBBLICA IL SUO PRIMO 45 GIRI CON DUE BRANI, "NUVOLE BAROCCHE" E "FU LA NOTTE".

PAPER MUSIC: SONGS ABOUT EMARGINATI, RIBELLI, SELVAGGI, PROSTITUTE, BORDERLINERS, POLITICI, CORNUTI, PAPPONI, DROGATI E ANIME PERSE RITROVATE SULLA SUA CATTIVA STRADA.

POESIE OGGI INSERITE NELLE ANTOLOGIE SCOLASTICHE.

 

 "Tu prova ad avere un Mondo nel cuore e non riesci ad esprimerlo con le parole. Di questo Mondo ne fai parte anche tu".

 

"Prima pagina venti notizie ventuno ingiustizie e lo stato che fa? Si costerna si indigna s'impegna poi getta la spugna con gran dignità".

 

"Mia madre mi disse non devi giocare con gli zingari nel bosco ma il bosco era scuro l'erba era verde dite a mia madre che non tornerò".

 

"La solitudine non consiste nello stare soli, ma piuttosto nel non sapersi tenere compagnia. Chi non sa tenersi compagnia, difficilmente la sa tenere ad altri".

 

"E per tutti il dolore degli altri è dolore a metà".

 

"Io ogni sera desidererei rivolgermi al pubblico e dire loro che tutto quello che avete ascoltato fino ad ora è assolutamente falso, come sono assolutamente veri i sentimenti e gli ideali che mi hanno portato a scrivere queste canzoni. Ma con gli ideali e con i sentimenti si costruiscono delle realtà sognate. La realtà quella vera, è quella che ci aspetta fuori. E per modificarla, se vogliamo modificarla, c'è bisogno di gesti concreti e reali".

 

"Cari fratelli dell'altra sponda cantammo in coro giù sulla terra questo ricordo non vi consoli, quando si muore si muore soli".



  


  


 

Discografia essenziale (wikiFont)

De andré by larizza
nuvola.facoltà.creativa.LARIZZA

testi.lyrics.fabriziodeandré

Nuvole Barocche (1958)

Poi un'altra giornata di luce
poi un altro di questi tramonti
e portali colonne fontane.

Tu mi hai insegnato a vivere
insegnami a partir.

Ma il cielo è tutto rosso
di nuvole barocche
sul fiume che si sciacqua
sotto l'ultimo sole.

E mentre soffio a soffio
le spinge lo scirocco
sussurra un altro invito
che dice di restare.

Poi carezze lusinghe abbandoni
poi quegli occhi di verde dolcezza
mille e una di queste promesse.

Tu mi hai insegnato il sogno
io voglio la realtà.

E mentre soffio a soffio
le spinge lo scirocco
sussurra un altro invito
che dice devi amare
che dice devi amare.

 

BIOwiki

www.fondazione

GOidentità

GOpaper.li

GOtwitter

GOfriendfeed

 

FabrizioDeandrè collage